ma porc… – brano tratto da “Reflex”


Ma porco… ma come si fa a gi’ girando per di qua. Nevica  sempre, nevica che la mandi giù. Me li vuoi proprio strappare dalla bocca i bestemmioni!

E così nevica e io, neolicenziato di nuovo in cerca d’impiego. Un impiccio da niente….

Ecco ora so cosa si prova a traballare sul lavoro. Ma me ne frego, e imparo. Lo dice anche Kintaro, imparo, imparo, imparo. Le difficoltà della vita rendono divertente il tutto. Peccato solo che ancora non ho raggiunto lo status di santone e non riesco a non pensare al mazzo che mi dovrò fare, alla pressione dei miei, alle balle girare….

Promiscuità di un linguaggio deridente e deficiente…

e suvvia che si continua a tirare su il campare, stringendo un poco la cinghia. Diavolo! avrà da finire prima o poi! Son sempre qui ad aspettare che schiarisca il cielo.

 Intanto piove di gusto, e visto che è sottozero l’acqua si fa pesante e s’incolla sulla strada. Le macchine sbandano, battono. Qualche carezza di paraurti, e qualche bell’imprecazione, seguiti dall’indicazione sul dove può andare la donna al volante, e dove poteva starsene (specificando a fare cosa: rammendare calzini, pulire i cessi, sturare lavandini). Di tanto in tanto cade  giù qualche crocifisso dallo specchietto fremente di divina passione per lo smadonnare bitonale di un omaccione in duetto con la tipetta dalla vocina biforcuta.

 

E che ci vuoi fare, bisogna pur consolarsi fischiettando frasi in dissenso di tanto in tanto.

Ora ha smesso, non nevica più. Ma resta il bianco, il fragile strato candido che smuove il delicato spirito poetico.

Quel leggero filino di neve che diverrà una sottile lastra di ghiaccio buona per schiantare qualche cocciuto, ostinato a girare senza catene, senza termiche, che si affida al proprio angioletto per tornarsene a casa a 70 all’ora. E l’angioletto che lo sta a guardare, pensa, credo che stia facendo un po’ di confusione, per i miracoli rivolgersi all’eminenza con preghiera diretta.

E il palo sta lì e la macchina pochi secondi dopo pure. Purè di pistoni.

Lo spoiler (l’alettone dietro, per i più ignoranti) è illeso. Così come lo stereo extralusso, il terminale truccato, i cerchi in lega, i freni in fibra di carbonio (cosa cazzo ci farai poi con i freni in fibra carbonio su una Punto me lo devi spiegare Lello!), in compenso la macchia è da buttare.

Voi adesso vi chiederete perché controllare la macchina partendo dallo spoiler….bè, io seguo solo i pensieri del mio protetto. Del resto sono in simbiosi con lui, penso come lui  riflette l’angelo con un velo di tristezza sugli occhi.

E dire che ero riuscito a fargli frenare… come? Non avrebbe dovuto frenare? Frenando ha perso il controllo della vettura? Suvvia come si fa ad avere il controllo della vettura se si va a 70 quando la legge dice 50.

Eh, no!

Io non ho nessuna colpa. Ma quale concorso di colpa del…piffero. Stiamo a scherzare, la legge è legge. Lui corre, io freno, se poi si va impastare su di un palo……

Questione di coscienza, io non mi sento in colpa. Dannate autovetture, valle a capire… dovrebbero solo accelerare, frenare e sterzare, e invece….perdono il controllo per un po’ d’acqua. Ed era pure assettata!

Come, peggio? Se l’assetti dovrebbe tenere di più no? Non in caso di perdita dell’aderenza? E allora i 3000 euro a cosa li ho spesi a fare porc…

Si credo che la vicinanza con questo mortale non mi abbia giovato, ora che è morto magari… Lo devo seguire? Giù all’inferno? Ma li fa caldo, poi mi si infuocano le ali…

Quelle restano qui? Cosa cazzo vuol dire? Cosa caaaaaaaaaaaaaaaaaaa

 

Influenze malsane…fa male leggere troppo Benni, ci si trova a sgrammaticare ogni parola…

Davvero, credetemi, cambiate genere; che so un Baricco, calmo, tranquillo…  ma in fondo cosa volete ho una tremenda golosità per lo sghignazzamento.

Annunci

3 pensieri su “ma porc… – brano tratto da “Reflex”

  1. sono morta dal ridere!ma non ho capito se il tuo saggio è nato perché eri arrabbiato per il tempo schifoso o se hai effettivamente distrutto la macchina su un palo ^_^federicaps. concordo il punto riguardo le donne al volante!

    Mi piace

  2. la verità è che è nata dal un racconto di Benni sugli angeli, o forse no, forse da "Buona a apocalisse a tutti". Però lo zempino c'è l'ha messo il mio buon vecchio spirito anticlericale  che nutrivo in tempi andati.MA anche quello è andato, come un po' tutto il resto che sai, "il vecchio mondo è andata" come si nravva in quel di "Munchkin"Comunque di tanto in tanto mi spunta ancora di imbastire uno sbeffegiamento della chiesa e del suo dio (il papa), e vicari annessi. Ma la cosa più bella che mi è rimasta di satira apocrifa è di un Papa Giovanni secondo con un cocktail in mano che guarda dall'alto i giardini pontifici e pensa preoccupato: "Ma se esistesse davvero?"E sotto, "Ma che ti vado a pensare!".FU così che scoprii la vena satirica di Andrea Pazienza, in arte PAz, Apaz, ecc…Ovviamente è stato Stefano a presentarrmelo per la prima volta.Peccato  acche lui  sia uno di quegli artisti maledetti di cui ti dicevo. Ma sono certo che lo conosci e puoi armi giri su tuttel e peculiarità del tratto e del colore di certi suoi fumetti.Ciao Fede!  

    Mi piace

  3. anticlericale lo sono anche io, e con i tempi di oggi (specialmente dopo l'ascesa di Paparazzi) mi stupisce che tu non lo sei più! ehehehho letto qualcosa di Pazienza ma non abbastanza, a dire il vero mi sa che ho letto delle cose "sbagliate" perché mi ricordo di una storia di lui col fratello che sbattevano a terra un povero uccellino per ucciderlo e sono rimasta traumatizzata!Magari approfondiremo un giorno! =Dgrazie per la risposta

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...