il sognatore – parte 4


43

Venne la luce, sgusciò dall’angolo della vetrata muovendosi lentamente fin quando non fui interamente irradiato dal sole. Doveva essere pomeriggio, il pomeriggio di un nuovo giorno, ed io ero ancora immobilizzato.
I miei sforzi per liberarmi erano stati inutili. Anche questo mio fantomatico potere non riusciva a spezzare l’acciaio che mi imprigionava. Al contrario gli anelli premevano sempre più nella carne attanagliandomi in una presa algida.
–A questo punto dovrei svegliarmi– dissi, rivolgendomi alla corpo della bionda senza più anima. –Se mi avessi lasciato parlare almeno avresti saputo di cosa morire. Ti avrei rivelato di come ad un certo punto capii che c’era quell’altra cosa di cui ti avevo accennato.
Continua a leggere ->

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...